Per offrirti un servizio su misura Farmacia Dottor Cattaneo utilizza cookie. Continuando la navigazione autorizzi l'uso dei cookie.  OK   Scopri di più

Spedizione gratuita
per ordini superiori a € 50,00 Spedizione gratuita per ordini superiori a 50 €

Uno staff a tua disposizione
Menù categorie
Login
Il Tuo Carrello 
 
 
 
 
 

Pubblicato il: 22/02/2016

Parliamo di … Papaya

Proprietà, benefeci, controindicazioni

Parliamo di … Papaya

Quando parliamo di Papaya dobbiamo pensare al frutto della specie vegetale Carica Papaya, originaria dei Caraibi, specie che assorbe luce e calore in notevole quantità.

Luce e calore vengono materializzati nella polpa del suo frutto, succosa e colorata di arancio intenso, racchiusa da una buccia rigida e duttile, di forma oblunga, simile ad una grossa pera.
Proprio questo colore arancio intenso induce a pensare – ed ormai molti studi lo hanno confermato - che la Papaya sia ricca di sostanze energetiche e toniche: zuccheri altamente digeribili, sali minerali, enzimi e vitamine soprattutto del gruppo B, C ed A.

Tipologie di papaya

Il frutto fresco ed il suo succo diventano un ottimo consumo in tutti i casi di convalescenze, scarso appetito e necessità di alimentazione iperenergetica, di facile digestione e di facile assorbimento.

L’enzima maggiormente presente nella Papaya e che possiamo ritrovare in tanti integratori si chiama papaina, è un enzima proteolitico, ossia un enzima in grado di scomporre le proteine in quei mattoncini che le formano, gli amminoacidi.
Si comprende bene come la papaina consenta un’ottima digestione di un pasto ricco in carni e proteine: è il modo migliore per evitare gonfiori, cefalea e pesantezza post-prandiale.

E’ molto interessante osservare invece come la stessa papaina, proprio grazie alle sue proprietà proteolitiche, se assunta lontano dai pasti svolga un ruolo benefico attivo su tutti i tessuti infiammati ed interessati da ritenzione di liquidi.
Quindi ricordiamo: stessa sostanza ma duplice e differente ruolo se assunta lontano o vicino ai pasti!

La papaya inoltre è molto ricca di vitamine del gruppo A, i carotenoidi che offrono un notevole aiuto nel contrastare i radicali liberi, appartengono per questo alle vitamine antiossidanti e giocano un ruolo importante contro l’invecchiamento e la degenerazione cellulare.

Attenzione!
Tutto ciò che abbiamo detto sinora lo riferiamo alla polpa del frutto fresco di papaya: diverso è parlare di papaya fermentata, ossia del frutto bio fermentato, fermentazione che dura una decina di mesi, e successivamente liofilizzato.

Studi più o meno recenti hanno evidenziato che questa fermentazione e la conseguente rapida liofilizzazione consente di sfruttare tutte le proprietà antiossidanti del frutto di papaya senza alterazione delle stesse; non solo, dalla fermentazione si ottengono nuove importanti sostanze che offrono un valido aiuto di modulazione anche sul sistema immunitario.

Ricordiamoci che la papaya fermentata si ritrova in bustine e che la polvere va assorbita in bocca, lontano dai pasti, non deve essere deglutita.
E’ un ottimo aiuto in tutti i casi di sostegno immunitario, deficit di energia, convalescenze, cambi di stagione.

Sebbene la papaya sia un alimento con tantissime proprietà utili per il benessere dell'organismo, è bene non abusarne. E' controindicato in gravidanza ed allattamento, ma anche in persone che soffrono di patologie gastrointestinali acute o croniche.

Qualche idea in cucina

Se invece volete provare la papaya fresca, ecco un'idea carina per un pasto fresco e nutriente: preparate la classica insalata di rucola, aggiungete delle mandorle tostate, salmone e la papaya fresca. Il tutto condito con un pochino di limone.


Torna indietro